LOTTARE È GIUSTO

Di Brett Jones, Chief SFG

Studenti professionisti Ad un certo punto siamo stati tutti studenti professionisti. Pensateci. Il vostro lavoro per i primi 18 anni o giù di lì è stato quello di imparare. Prima imparare come muoversi e camminare, e poi come imparare a scuola. Questo potrebbe essere continuato negli sport (imparare più movimento) o negli studi avanzati (imparare più […]

STUDENTI PROFESSIONISTI

Ad un certo punto siamo stati tutti “studenti” professionisti.

Pensateci. Il vostro “lavoro” per i primi 18 anni o giù di lì è stato quello di imparare. Prima imparare come muoversi e camminare, e poi come imparare a scuola. È possibile che ciò sia continuato negli sport (imparare più movimento) o negli studi avanzati (imparare più “roba da scuola”). Sono sicuro che i Dottori saranno entusiasti del mio uso di “roba da scuola” per caratterizzare i loro studi avanzati…Ad ogni modo….

Quindi, ad un certo punto siamo stati tutti studenti professionisti. Ma cosa succede se vi dicessi che la maggior parte di ciò che ci è stato insegnato a imparare era sbagliato, o almeno non ottimale?

Ora, prima di tornare al vostro insegnante di algebra di terza elementare, o al Coach che vi ha detto di provare un altro sport, rallentate e considerate che l’apprendimento non è una scienza statica, ma un campo in evoluzione. E poiché l’apprendimento è uno sforzo che dura tutta la vita, possiamo sempre imparare come imparare meglio.

COME IMPARIAMO

Nel loro libro Make It Stick, gli autori fanno un ottimo lavoro nel presentare alcune delle nuove scienze e prospettive sull’apprendimento. Mentre il libro si concentra principalmente sul tipo di apprendimento della “roba da scuola”, essi toccano il lato fisico. Per fornire una nuova prospettiva, vorrei legare la loro “roba da scuola” insieme a un po’ di informazioni sull’apprendimento motorio.

Niente come i piccoli obiettivi…

In che modo molti di noi hanno insegnato a imparare qualcosa?

Pratica.

Dopotutto, è come si arriva alla Carnegie Hall. (Un vecchio scherzo… Cliccate QUI).

Nell’apprendimento fisico, ciò significava ore di ripetizione della skill: sparare centinaia di tiri liberi, servizi nel tennis, drive nel golf, ecc. Nell’apprendimento della “roba da scuola” (ok … passerò all’apprendimento accademico), ciò significava pratica nel leggere e rileggere, o nello scrivere e riscrivere qualcosa che si voleva imparare come il Discorso di Gettysburg o le tabelline. Bene, si scopre che la pratica ripetitiva non è un ottimo modo per imparare. Certo, può funzionare per un test. Ma “sgobbare” per un test non è la stessa cosa di apprendimento – come molti di noi possono testimoniare dal momento che non possiamo ricordare il Discorso di Gettysburg.

Si scopre che la chiave per imparare è… aspettate…

Lottare.

Gli studenti odiano lottare. I coach e gli insegnanti – odiamo vederglielo fare anche loro. Non fa star bene. Un sacco di autostima e giudizio (sia interiore che esteriore) vengono racchiusi nel nostro apprendimento. Essere visti a lottare è difficile. Decidiamo rapidamente cosa evitare in base alle nostre lotte. Non “ottenere” rapidamente la matematica può portare a rinunciare alla matematica. I pessimi tiri mancati possono portare rapidamente a cambiare sport, ecc. Tutto prematuramente prima che ci siamo dati una reale possibilità. Dal momento che è la lotta che apre la strada all’apprendimento e alla padronanza.

In un ambiente d’apprendimento accademico, lotta significa interrogare. Leggete (non per memorizzare, ma per capire). Prendete appunti: un recente articolo su Scientific American sottolinea che trascrivere note è superiore al digitare al computer. Studiate e venite interrogati sulle informazioni. Avere ragione non ha importanza. Avete letto bene. Avere “ragione” o la performance dell’interrogazione non sono importanti. Ciò che è importante è il processo dell’essere interrogati, la lotta per richiamare le informazioni e riconoscere dove è necessario uno studio aggiuntivo.

I SACCHI DI FAGIOLI E LA PRATICA

In un ambiente di apprendimento fisico, lottare significa concedersi del tempo per la skill da costruire (potete rileggere questo articolo su Building Skill). Significa anche incorporare pratiche variegate e pratiche che si intrecciano nel proprio apprendimento fisico.

Nel capitolo 3 di Make It Stick, gli autori descrivono uno studio in cui è stato chiesto a dei bambini di gettare il maggior numero possibile di sacchi di fagioli in un secchio posto a 90 centimetri di distanza. Dopo un pre-test, sono stati divisi in due gruppi, il primo gruppo di bambini ha praticato il lancio di sacchi di fagioli in un secchio a 90 centimetri di distanza. Il secondo gruppo si esercitava a lanciare i sacchi di fagioli in secchi posti a 60 e 120 centimetri di distanza, ma mai a 90 centimetri di distanza (la “distanza obiettivo”). Quale gruppo ha eseguito una performance migliore nel post-test?

Il secondo gruppo ha superato il primo. Pur non praticando mai la distanza “obiettivo”, hanno imparato come regolare lo sforzo e mirare meglio del gruppo che praticava l’obiettivo. Questa è una forma di pratica variegata nell’apprendimento fisico.

Ricordo che Pavel faceva riferimento ai lanciatori del peso Russi che lanciavano a distanze specifiche. A 3,66 metri, 2,44 metri, 4,57 metri (a dire il vero non ho idea di quanto lontano i lanciatori sparino i tiri… ma vi siete fatti un’idea) e raramente eseguivano un tiro al “massimo sforzo”. Il loro dominio sul campo dimostra che ci avevano visto giusto.

La pratica variegata può essere vitale per migliorare le prestazioni e sviluppare la skill. Specifica per l’allenamento con kettlebell, ciò può significare qualcosa come ladder di peso per swing, snatch o qualsiasi skill. O eseguire swing o snatch a diverse percentuali di sforzo/potenza (qualcosa con cui la banda PUSH può aiutarvi).

Intrecciare la propria pratica significa non passare ore su una sola skill, ma piuttosto mescolare altre skill (forse

legate al proprio obiettivo). Un modo per farlo è praticare alcuni swing tra i propri military press. Intrecciare la propria pratica non fa “sentire”così alla grande tanto quanto spendere un’intera sessione su una skill – chiamata pratica a blocco – dove l’apprendimento è “memorizzato” in un modo più superficiale. Con la pratica dell’intrecciare, il vostro apprendimento è memorizzato in un modo più profondo.

Quando insegno al nostro StrongFirst Kettlebell Course, esiste un intrecciare della pratica. Gli studenti imparano lo stacco che progredisce verso lo swing a due braccia, quindi passiamo al get-up.

Una componente chiave del get-up è imparare cosa significa avere una spalla connessa (di solito si utilizzava il termine “packed” – “impachettata”, ma penso che connessa adesso sia meglio). Dopo un po’ di pratica, passiamo allo swing a un braccio. Una componente chiave dello swing a un braccio sta nell’avere una spalla connessa: ora gli studenti capiscono cosa significa dopo l’insegnamento del get-up. Intrecciare la pratica migliora l’apprendimento e può aiutare a integrare le skill complementari. Nell’apprendimento motorio questo può

essere definito come pratica random (intrecciata) vs. pratica a blocco (una sola skill).

ABBRACCIATE LA LOTTA

“La natura costringe a lottare per far diventare forti” (John Locke).

E poiché “Alla natura si comanda solo ubbidendole” (Francis Bacon), è necessario abbracciare la lotta. Non esitate a fare ciò. Abbracciate l’apprendimento che potrebbe non “farvi sentire bene” al momento. Implementate pratiche variegate e pratiche intrecciate nello sviluppo delle vostre skill.

 

Articoli Correlati

I 3 pilastri: come costruire per davvero un’abilità

 

Citazioni Tweetabili

  • La natura costringe a lottare per far diventare forti. – John Locke.

CLICCA PER TWEETTARE

  • Avere “ragione” non è importante. Ciò che è importante è il processo
    di essere interrogati, la lotta per richiamare le informazioni. – Brett Jones.

CLICCA PER TWEETTARE

Fonti Menzionate

StrongFirst Kettlebell Course

Push Band Wearable Technology

Make It Stick – libro

Brett Jones è il Chief SFG Instructor di StrongFirst. È anche un Certified Athletic Trainer e Strength & Conditioning Specialist che risiede a Pittsburgh, PA (Pennsylvania). Il signor Jones possiede una Laurea di carattere Scientifico in Medicina dello Sport presso la High Point University, un Master in Scienze Riabilitative presso la Clarion University of Pennsylvania, ed è un Certified Strength & Conditioning Specialist (CSCS) presso la National Strength & Conditioning Association (NSCA).

Con oltre venti anni d’esperienza, Brett è stato richiesto per la consulenza da parte di squadre e atleti professionisti, e anche a conferire in tutti gli Stati Uniti e a livello internazionale.

Come Preparatore Atletico che è transitato nel settore del fitness, Brett ha insegnato le tecniche e i principi del kettlebell fin dal 2003. Egli ha insegnato per il Functional Movement Systems (FMS) dal 2006 e ha creato una moltitudine di DVD e manuali con il terapista di fama mondiale Gray Cook, inclusa la ampiamente elogiata serie “Secret of…”.

Brett continua a evolvere il suo approccio all’allenamento e all’insegnamento e si appassiona riguardo il miglioramento della qualità dell’insegnamento per il settore del fitness. Egli è disponibile per consulenze e coaching a distanza mediante l’invio di e-mail a appliedstrength@gmail.com.

Seguitelo su Twitter: @BrettEJones.