“Padroni della vita e della morte”: Un Estratto da The Quick and the Dead

Di Pavel Tsatsouline

Presidente

Nella giungla Sudamericana, un giaguaro caccia una preda che reagisce, un caimano. In uno spettacolo di assoluta superiorità, il felino fa la sua uccisione sul pericoloso campo da gioco della pericolosa preda. Il giaguaro salta nel fiume e afferra il rettile a denti stretti sul collo.

Un caimano o un alligatore può essere veloce, ma se manca il colpo, è in grossi guai, poiché ha appena sparato con un moschetto: una carabina a colpo singolo contro una sei colpi di un predatore a sangue caldo che può essere rapidamente ricaricata. Il debole sistema aerobico di un rettile e la dipendenza dalla glicolisi lo mettono in grande svantaggio rispetto ai predatori a sangue caldo i cui sistemi aerobici consentono loro di riprendersi rapidamente dai loro fulminei assalti.

Un alligatore ha bisogno di molte ore di riposo e di recupero per eliminare l’acido prodotto da un singolo scatto di attività. Gli scienziati ritengono che i dinosauri – cugini dei rettili – avessero un metabolismo simile, il che li rendeva vulnerabili ai mammiferi predatori i cui sistemi aerobici erano di gran lunga superiori e che gli permettevano di sostenere i loro attacchi.

Benvenuti nella casa del sistema aerobico, i mitocondri, le centrali elettriche delle nostre cellule.

Questo Quick and the Dead non è nato come una guida incentrata sulla potenza per il fitness assoluto con un tocco di salute. L’intenzione originaria era di scrivere solo sul miglioramento dell’endurance per applicazioni a elevata potenza allenando i mitocondri.

A quanto pare, lo stato dei mitocondri di un soggetto determina molto più del risultato di una gara di canottaggio o di un match di judo. I mitocondri sono, usando le parole del Dr. Nick Lane, “i padroni della vita e della morte.”

L’alternativa di essere “rapidi” rispetto a essere “morti” nella savana africana o nel vecchio West americano graffia soltanto la superficie dell’ispirazione dietro il titolo del libro.

“Chi renderà conto a Colui che è pronto a giudicare i vivi e i morti.” ~ 1 Pietro 4: 5

Nella Bibbia, la parola “rapido” non descrive l’essere rapido nel reagire. Significa “vivo.” L’obiettivo del regime di Q&D non è solo quello di farti esprimere a un alto livello, ma di farlo in un modo che non danneggi la tua salute e, si spera, di migliorarlo notevolmente.

La vecchia parola inglese “quicken” significava “prendere vita.” Il primo movimento del bambino non ancora nato nell’utero era chiamato “quickening.” Opportunamente, otteniamo i nostri geni mitocondriali dalle nostre madri.

Mitocondri sani, forti e abbondanti rendono molto più resilienti a una varietà di fattori di stress: freddo, caldo, altitudine, infezioni, veleni, radiazioni, ecc.

D’altra parte, la disfunzione mitocondriale è una probabile causa di malattie cardiovascolari e neurodegenerative, cancro, diabete, obesità e invecchiamento

Spesso gli eventi che portano a queste catastrofi comportano danni da radicali liberi. Le specie reattive dell’ossigeno (ROS) o radicali liberi sono molecole di ossigeno che trasportano più elettroni di quanto dovrebbero. Come l’acido lattico, in quantità moderate, i ROS svolgono molte funzioni utili. In eccesso, distruggono le prestazioni, la salute e la vita stessa.

I mitocondri sono la principale fonte di generazione di radicali liberi nei nostri corpi. Quando c’è un intenso traffico attraverso le cosiddette catene di trasporto degli elettroni nei mitocondri, alcuni degli elettroni si perdono e vengono catturati dalle molecole di ossigeno. Questi ultimi si trasformano in composti altamente reattivi come il perossido di idrogeno che scatena una furia che danneggia il corpo.

Puoi mangiare mirtilli fino a quando non sei blu in faccia, eppure non ti salveranno dai ROS: cibi e integratori antiossidanti si sono rivelati sorprendentemente inefficaci [i] (potrebbero persino aumentare il rischio di cancro. [ii])

Ciò di cui hai bisogno sono più mitocondri, più grandi e migliori. [iii] Non solo essi generano e perdono meno radicali liberi, ma agiscono anche come “serbatoi netti”, come diceva il Dr. Alexander Andreyev. [iv]

Se hai intenzione di rimanere rapido – inteso come “vivo” – il più a lungo possibile, è meglio che tratti i tuoi mitocondri nel modo giusto.

Le scelte che danneggiano i mitocondri includono i soliti sospetti: fumare, bere, mangiare troppo, mangiare cibo-spazzatura, inquinamento, stress e sovrallenamento.

Le scelte invece che rafforzano i mitocondri sono la restrizione calorica, il digiuno intermittente, l’ipossia controllata, l’ipotermia e alcuni tipi di esercizio.

Gli scienziati hanno identificato quattro segnali primari che possono portare alla biogenesi o alla creazione mitocondriale [v]:

  1. Sforzo meccanico
  2. Specie reattive dell’ossigeno
  3. Aumento della concentrazione di calcio
  4. Stato a bassa energia

Uno alla volta.

Sembra che il classico addestramento antiglicolitico sovietico – “A + A” sul nostro sito – costruisca mitocondri nelle fibre a contrazione rapida attraverso il primo meccanismo.

Il secondo richiede una concentrazione “ottimale” [vi] o “fisiologica” [vii] di radicali liberi. Sembra applicarsi all’allenamento a intervalli intelligente e contenuto – al contrario dei bagni acidi come i protocolli “Tabata.”

I “metcon” sono realizzati su misura per massimizzare la generazione di ROS. Potresti aver sentito parlare del glutatione (GSH), “la madre di tutti gli antiossidanti” prodotta dai nostri corpi. Gli scienziati misurano le concentrazioni della sua versione “esaurita” per valutare lo stress ossidativo. Hanno trovato una relazione lineare tra la sua concentrazione e la concentrazione di lattato dopo un esercizio condotto all’esaurimento [viii].

Relazione lineare tra concentrazione di lattato e stress ossidativo.

ll terzo meccanismo funziona solo con fibre a contrazione lenta.

Il quarto è ciò che “l’high intensity interval training” tenta di sfruttare.

Questo meccanismo è stato scoperto dall’eminente scienziato Sovietico Prof. Felix Meerson [ix] quando i Deep Purple stavano registrando Speed King. Sfortunatamente, la scoperta di Meerson fu trascurata e dovette essere fatta di nuovo quasi mezzo secolo dopo.

Nel XXI secolo, gli scienziati Occidentali hanno svolto un ottimo lavoro di riscoperta, andando oltre il professore Sovietico nel tracciare i percorsi metabolici specifici iniziando con uno stato a bassa energia e arrivando alla biogenesi o alla creazione mitocondriale. Ahimè, altri scienziati, coloro che hanno studiato l’HIIT, hanno prestato attenzione a queste scoperte e le hanno viste fuori dal contesto delle molte altre reazioni biochimiche che si svolgono contemporaneamente e da alcuni degli eventi che accadono nel corpo in generale. I protocolli d’allenamento risultanti hanno funzionato, ma spesso in modo inefficiente e con gravi effetti collaterali. Un po’ come i medicinali con lunghe dichiarazioni di non responsabilità in caratteri piccoli.

Indolenzimento profondo. Bassa energia. Stress. Ormoni fuori range. Danno da radicali liberi. Cambiamenti sfavorevoli nel tessuto cardiaco.

Mi convinsi che esisteva un modo migliore.

Referenze

[i] Teixeira et al., 2009
[ii] Yun & Finkel, 2014
[iii] Hood, 2001; Boveris & Chance, 1973; Davies et al., 1981; Jenkins et al., 1983
[iv] Andreyev et al., 2004
[v] Coffey & Hawley, 2007
[vi] Lira et al., 2010
[vii] Paulsen et al., 2014
[viii] Sastre et al., 1992
[ix] Meerson, 1971

Pavel Tsatsouline

Pavel Tsatsouline è il Presidente di StrongFirst, Inc.